Campli, l’archeologia in Abruzzo

turismo archeologico abruzzo

Una storia millenaria avvolge le antiche mura del centro storico di Campli, le cui origini risalgono all’epoca romana.

Itinerari Turistici in Abruzzo

Campli, l’archeologia in Abruzzo

E’ un borgo silente e discreto, Campli. Un piccolo paesino di montagna nella provincia di Teramo, che racchiude dei tesori riportati alla luce per occupare il posto di primo piano nel Museo Archeologico Nazionale della città. Nel 1917 vengono infatti riportati alla luce maschere e strumenti da cucina, come i bollitoi e i colini risalenti al secondo millenio a.C.
Oltre alla cultura, alla storia e alle tradizioni, anche la natura è un mondo che si apre meraviglioso per tutti coloro che desiderano visitare i dintorni di Campli. Già la sua posizione, tra le valli dei corsi d’acqua Fiumicino e Siccagno, e ombreggiata dalla montagna che da il nome al paese, è uno spettacolo sopratutto all’alba e al tramonto, quando la luce si fonde con il paesaggio regalandogli calde sfumature.

Il Museo Archeologico Nazionale di Campli
Il Museo Archeologico di Campli è costruito attorno ai ritrovamenti archeologici effettuati nella vicina necropoli di Campovalano, una delle più importanti di tutta l’Italia. Tra le antiche tracce delle genti italiche si trovano reperti che, dal punto di vista storico-scientifico, rappresentano un patrimonio inestimabile.

La necropoli di Campovalano
Affascina come tutto ciò che viene da un passato sconosciuto ai più, la necropoli italica di Campovalano. Le tombe e la via sepolcrale, le armi, gli oggetti e i monili che ricordano a noi moderni quanto il culto dei morti sia importante presso qualsiasi civiltà sono delle tetimonianze di pietra e metallo che aspettano solo di essere capite, anche se spesso non è facile per una società di uomini elettrici e digitalizzati come la nostra.

Le Chiese di Campli
Il piccolo borgo di Campli è ricco di architettura sacra e monumenti che riportano testimonianze di antichi fedeli. Dalla Collegiata di Santa Maria in Platea, in cui si fondono diversi stili architettonici a testimoniare ogni ampliamento sopravvenuto nei secoli, fino ad arrivare alle chiese di San Francesco d’Assisi e San Giovanni Battista entrambe costruite attorno al 1300.

WordPress Image Lightbox Plugin